Il tuo carrello

Il tuo carrello è attualmente vuoto.

Michele D'Avenia nasce a Sesto San Giovanni (Mi) il 09/12/1964. Non segue un corso di studi artistici, e solo dopo la maturità si iscrive all’Accademia di Belle Arti di Reggio Calabria e frequenta, pur se per breve tempo, la Scuola Libera del Nudo.

Deluso da questa esperienza, se ne distacca per iniziare autonomamente l’approfondimento delle tecniche pittoriche e lo studio dei maestri del passato. Nasce da qui il suo interesse per la decorazione e per il restauro di dipinti antichi.

Inizia, quindi, la collaborazione presso laboratori specializzati.

Si inserisce attivamente nel panorama artistico nazionale, partecipando a numerose mostre collettive ed allestendo importanti mostre personali in tutto il territorio nazionale ed all’estero.

Di importanti collezioni private e pubbliche fanno parte numerose sue opere di pittura e di scultura.

Nel 1998 rappresenta la Sicilia, insieme ad altri artisti, alla Columbus Citizen Foundation Inc. di New York. Dal 1994 al 1999 realizza scenografie per il Teatro Vittorio Emanuele di Messina in collaborazione l con La Scala di Milano.

Nel 2002 realizza il proprio spazio espositivo, con annesso laboratorio, in un’ elegante ubicazione nel centro di Messina. Nel 2004 vince il Premio Arte Mondadori per la scultura con l’opera “L’altra faccia del peccato”, realizzata in marmo bianco di Carrara; nel 2009 realizza, per una committenza privata, “Compianto”, una grande opera di soggetto religioso di grande vigore pittorico ed intensa espressività, richiesta poi nel 2011 dall’Arcidiocesi di Messina per essere esposta, presso l’Arcivescovado di Messina nell’ambito del progetto “Fede, Arte e Musica”; nel 2010 progetta e realizza la scultura monumentale “1 ottobre 2009”, tributo alle vittime dell’alluvione di Giampilieri e Scaletta (Messina); nel 2011 è presente alla 54. Esposizione Internazionale D’Arte della Biennale di Venezia; nel 2012 viene scelto dalla Whirlpool per far parte del progetto “Brief Roadshow 2012”, ed una sua opera viene acquisita dal museo Whirlpool; nel 2013 realizza un’importante e significativa antologica dal titolo “La bellezza è possibile” a Palazzo Reale di Palermo; è annoverato fra i più importanti artisti siciliani dagli anni ’30 ad oggi nella mostra “Artisti di Sicilia”, a cura di Vittorio Sgarbi, nelle tre edizioni

della Tonnara Florio di Favignana, di Palazzo Sant’Elia a Palermo e di Castello Ursino a Catania.